Il futuro della ristorazione: aprire trattorie, osterie e ristoranti nel 2022

amici, bevanda, cena

Sei indeciso se investire nell’attività dei tuoi sogni? Stai valutando se aprire un ristorante, un’osteria o una trattoria? Nel nuovo articolo de Lavocedellaristorazione.it ti diamo alcuni consigli per investire con furbizia nella tua prossima attività. Scopri adesso tutti i nostri consigli e valuta i diversi aspetti su cosa sapere quando si apre un ristorante.

Il panorama della ristorazione dei prossimi anni promette fiorenti attività

Il 2020 è sicuramente un anno che ha messo in discussione la produttività delle aziende operanti nel settore della ristorazione. Non solo ristoranti, trattorie e osterie: anche i le aziende che producono articoli e forniture per la ristorazione hanno dovuto fare i conti con un calo dei consumatori. In questo panorama non è semplice

cercare di capire se aprire un ristorante o una pizzeria e investire nel sogno di una vita: avere un proprio locale in grado di soddisfare i clienti più esigenti.

Nonostante quest’anno non sia iniziato nel migliore dei modi, le prospettive future sono molto positive. Grazie a nuovi incentivi in arrivo e a detrazioni fiscali dedicate ai nuovi imprenditori sarà possibile infatti di usufruire di condizioni imperdibili, che permetteranno ai nuovi ristoratori di ottenere tanti vantaggi sulla futura apertura. Inoltre il 2022 è stato definito da molti esperti come l’anno della rinascita, nel quale l’economia tornerà a fiorire e i consumatori a spendere. Un’indagine di World Capital ha poi dimostrato come siano oltre 11000 le nuove attività in apertura tra il 2021 e il 2022. Questa crescita è un chiaro segnale positivo, che dimostra come il settore sia ricco di opportunità. Quali sono i requisiti per aprire un ristorante o da dove partire quando si desidera aprire un’attività nell’ambito della ristorazione? Scoprile ora nel nostro articolo.

Cosa sapere quando si apre un ristorante

Aprire un ristorante potrebbe apparire semplice, ma i fattori che possono determinare il successo di un’attività sono numerosi, in particolare nel settore alimentare e alberghiero. Non bastano più un bel locale, la buona cucina e il personale qualificato per assicurarsi il successo di un’attività redditizia. I fattori da considerare quando si apre un ristorante sono infatti moltissimi.

Questi aspetti sono sicuramente importanti, quasi fondamentali, ma non sono gli unici da considerare in fase di progettazione e di apertura di un’attività di ristorazione. Un ristorante o una pizzeria sono infatti attività complesse, che richiedono molta passione e impegno, ma che sono in grado di donare grandi soddisfazioni e permettere agli imprenditori di raggiungere traguardi importanti.

Certamente ogni attività può cambiare per posizione, cibo e caratteristiche del singolo luogo, quindi non è semplice redarre un guida su come aprire un ristorante. Nonostante questo però abbiamo raccolto alcuni consigli che possono essere utili quando si vuole aprire una pizzeria o un locale del settore ristorazione, come un pub, un’osteria o una trattoria.

I consigli per chi apre un’attività nel settore ristorazione

  • Sicuramente il primo consiglio de Lavocedellaristorazione è quello di non buttarsi d’impulso nel settore della ristorazione. Essere ristoratori richiede esperienza e se non la si ha potrebbe essere consigliabile affidarsi a dei professionisti del settore, almeno i primi mesi. Un’alternativa è investire su sé stessi e frequentare corsi sugli affari, sull’accoglienza, la cucina… Insomma: l’arte della ristorazione!
  • I partner sono sicuramente uno degli aspetti da curare e considerare maggiormente quando si apre un ristorante. Aver partner fidati e in grado di garantire la migliore collaborazione possibile è una chiave fondamentale per ottenere un funzionamento interno ed esterno ottimale. Questo aspetto si traduce nella scelta di fornitori in grado di supportare l’attività, garantendo prodotti e servizi di qualità ma anche instaurando un rapporto profondo di fiducia.
  • Sicuramente poi la scelta del locale è fondamentale. La location gioca spesso un ruolo fondamentale nella scelta del consumatore, così come stile dell’arredamento, posizione, panorama e servizi garantiti. Un esempio? Avere un parcheggio interno o privato, dedicato esclusivamente ai clienti, può essere un aspetto molto importante per famiglie con bambini che non vogliono perdere troppo tempo a cerca un posto perla propria auto. Un altro esempio? La dimensione del locale e il numero di coperti può essere decisivo per un cliente che desidera un ambiente accogliente e gioviale, piuttosto che una soluzione intima e tranquilla.
  • Un altro consiglio è poi di guardare sempre alla concorrenza. La motivazione è duplice e non ha a che fare con la possibilità di “ricopiare” ciò che fanno gli altri. Semplicemente ristoratori con più esperienza possono insegnarti ciò che è intelligente o furbo fare, quindi guardare le loro attività è un modo per imparare e approfondire l’arte della ristorazione. Inoltre la concorrenza permette di farti capire ancora di più quale sia il mercato in cui stai investendo, permettendoti di comprendere a fondo i clienti, le partnership e tanti altri fattori.
  • Infine studia con attenzione l’organizzazione del tuo locale quando decidi di aprire un ristorante nel 2022. Cura nel dettaglio aspetti come la coordinazione tra cucina e sala, il lavoro dei camerieri e dello staff, la fornitura di ingredienti di qualità e ogni aspetto che il cliente può notare durante il proprio soggiorno.

Vuoi un consiglio su misura della tua attività? Vorresti entrare in contatto con altre aziende operanti nel settore della ristorazione? Scrivici e ti forniremo ulteriori dettagli sui nostri servizi e sulle imprese con cui collaboriamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *