Ristorazione e pubblicità: quando il sito web non ottiene i risultati sperati

Tantissimi sono coloro che, affidandosi a dei professionisti, si avvalgono di siti web o di blog per accrescere la fama del proprio ristorante, magari con lo scopo ultimo di avvicinare più clienti.

L’idea in sé non è infatti sbagliata: in questi tempi in cui si vive prevalentemente online ce effettivamente la possibilità di attrarre molti clienti, ma questo solo se si seguono delle linee guida che siano al passo coi tempi.

Per quanto possa essere difficile da accettare, l’idea di un blog ristorante o di un sito web risulta abbastanza datata, avvolte un vero e proprio spreco di energie e risorse che potrebbero essere utilizzate per metodi ben più efficaci.

I costi del sito web

Oltre alla loro scarsa funzionalità, i siti web predefiniti creati dai professionisti del settore sono molto costosi.

Parliamo infatti ci cifre che partono da ben 600 euro fino ad arrivare a cifre, a nostro dire, astronomiche, ben 2000 euro.

Ciò che però in realtà spaventa di più e proprio che, con queste cifre, ciò che si ottiene è un sito o un blog di poche pagine, privo di tag e di articoli.

Le uniche cose che sono comprese nel pacchetto è il dominio e un template con qualche foto.

Come si può bene capire, con un sito web per ristorante impostato in questo modo non è possibile raggiungere alcun obiettivo concreto è tutto quello che invece si otterrà è un grande spreco di contanti.

Perché questo metodo non funziona

Per portare alla luce un’analisi molto più esaustiva di questa problematica è possibile elencare alcuni semplici motivi per cui in sito per la ristorazione potrebbe mostrarsi un flop:

  •  I possibili futuri clienti difficilmente andranno alla ricerca di un posto dove mangiare attraverso siti web o blog, la gente ne ha fin sopra i capelli di siti poco esaustivi e privi di contenuti che non soddisfano per niente le loro richieste di ricerca;
  • Se anche il cliente dovesse effettuare una ricerca più mirata, bisogna considerare il modo in cui funzionano i motori di ricerca. Infatti, anche se si parla di località piccole, i primi risultati che compariranno saranno sempre di coloro che possiedono il monopolio e il vostro sito raramente comparirà nella ricerca o risalterà all’occhio;
  • Anche sorvolando tutte queste problematiche, nel momento in cui il possibile cliente si ritrova nel vostro blog quello che deve trovarsi davanti è un sito aggiornato e coerente, un vero e proprio biglietto da visita organizzato e ben fatto. Infatti, se il blog si presenta scarno e privo di informazioni non farà affatto una buona impressione e potrebbe essere fatale per la vostra impresa ristorativa.

Investire le proprie risorse in modo più intelligente

Se volete pubblicizzare il vostro ristorante e creare una rete di clienti più fitta esistono metodi ben più semplici e meno costosi che si possono adottare a questo scopo.

Un buon esempio è appunto quello del passaparola, se si fa il proprio lavoro nel modo giusto ben presto anche gli amici e i parenti dei vostri clienti verranno a trovarvi creando una pubblicità basata sulle recensioni positive di chi ha già mangiato nel vostro ristorante.

Un’altro buon metodo è investire una piccola parte degli introiti per comprare un’insegna più grande e visibile che possa attirare più facilmente l’attenzione dei passanti.

Infine non può mancare l’aspetto social.

È infatti molto importante possedere almeno una pagina Facebook con una piccola descrizione del ristorante, le foto dell’ambiente e perché no… anche di qualche piatto del menù!

Non dimenticare mai di aggiungere nella descrizione una e-mail alla quale l’utente interessato possa chiedere informazioni di ogni genere riguardo l’attività ristorativa.

È quindi molto importante prestare molta attenzione alle mail in entrata, sopratutto perché gli agricoltori della zona potrebbero proporvi delle interessanti collaborazioni per accrescere l’economia locale.

Ovviamente, nel caso in cui il ristoratore possedesse un ristorante nel proprio bed and breakfast o comunque piace occuparsi del blog per diletto può sempre lavorare sul proprio sito, anche per pubblicizzare la propria attività, utilizzando però  sistemi di pubblicazione nel web a costi ben più ridotti.

Hai ancora dei dubbi?

Contatta il nostro team per una consulenza!