Vetrine ed Espositori: consigli per l’acquisto

Uno degli aspetti che molte volte viene totalmente trascurato è la grande potenzialità di possedere, nella propria attività ristorativa, delle vetrine ed espositori professionali che presentino in modo adeguato e pulito le pietanze presenti nell’attività.

Un grosso sbaglio se si tiene presente che, nella maggior parte dei casi, sono proprio questi due elementi ad attrarre l’attenzione della clientela invogliandola ad entrare nel locale!

Vediamo insieme perché e quali sono i modi migliori per aumentare l’affluenza nel locale utilizzando queste due metodi di attrazione nel modo più efficace.

Esposizione al pubblico

Molti danno per scontato che possedere una vetrina e/o un espositore qualunque basti di per sé ad attrarre la clientela e guidarla verso la scelta dei cibi, ma in realtà non è così.

Prima di tutto bisogna distinguere la vetrina dall’espositore.

La vetrina ha infatti lo scopo ultimo di esporre, in modo ordinato e pulito, tutte le prelibatezze presenti nell’attività ristorativa mentre l’espositore è appunto il mezzo per il quale tutta la merce viene messa in mostra in modo ordinato e preciso.

Sono in realtà due mezzi complementari e fondamentali che, collaborando fra di loro, garantiscono un’ impatto visivo piacevole, soprattutto se composti da materiali adeguati.

Nella scelta della propria vetrina e degli espositori è infatti fondamentale varare fra le mille opzioni disponibili e scegliere i componenti che meglio si adeguano alla linea stilistica del locale.

Sul mercato esistono espositori di ogni genere: in plastica dura, metallo, cartone, legno e persino marmo.

Conoscendo le dinamiche dell’ambiente ristorativo sconsigliamo però di acquistare espositori di scarsa qualità e di materiali facilmente deperibili come lo può essere appunto il cartone o la plastica.

Per quanto riguarda invece la vetrina e la sua intera struttura è bene anche considerare se acquistarne una ventilata o refrigerata.

La prima è infatti consigliata per coloro che offre al pubblico delle pietanze fresche, che non hanno bisogno di temperature molto basse ma solo un aiuto a combattere gli effetti dello sbalzo termico.

Per coloro che invece offrono prodotti da frigo, come gelati e dolci freddi, è bene procurarsi una vetrina refrigerata che possa mantenere i prodotti integri e in perfetto stato.

Attrarre il cliente ed invitarlo alla consumazione

La prima cosa che attrae il cliente verso le vetrine è proprio il design delle stesse che non deve mai essere banale e antiquato, o comunque completamente fuori dallo stille del locale stesso.

È infatti già da lontano, prima che si possano intravedere le pietanze offerte, che il cliente deve essere attratto ad avvicinarsi, incuriosito proprio da come la vetrina si mostra al pubblico.

Un ruolo fondamentale in questo processo lo giocano anche i colori, preferibilmente tenui e neutri per non offuscare quelli delle pietanze, e le luci, che devono illuminare in modo omogeneo e strategico, preferibilmente puntate sul piatto forte della casa.

Dopo essere stato attratto da queste caratteristiche il cliente deve trovarsi davanti una vetrina ordinata, capiente, divisa fra dolce e salato in modo minuzioso e professionale.

Di fatti, molti clienti entrano nei bar e nei ristoranti non avendo ancora un’idea precisa di cosa vogliano consumare ed è infatti proprio come è esposta la vetrina a dargli un’idea e invogliarlo all’acquisto.

Oltre ai materiali, il design e l’ordine dei cibi esposti bisogna stare attenti ad un ultimo punto, il più importante, la pulizia.

L’igiene del locale deve essere sotto gli occhi di tutti ed è proprio dalla vetrina che il cliente determina queste caratteristica: se si troverà di fronte una vetrina disordinata, con residui di cibo sparsi e scarso igiene state pur che sicuri che nessuno comprerà mai nulla.

Un altro aspetto da considerare prima dell’acquisto, se si possiede un locale di più grande metratura, è quello di acquistare più di una vetrina espositiva.

Il motivo ultimo di questa scelta è proprio mettere in più punti del locale le pietanze in bella vista in modo che, anche se affollato, i clienti possano avere più possibilità di vedere i prodotti offerti ed essere molto più propensi all’acquisto e alla consumazione degli stessi.